ultimo aggiornamento
mercoledì, 12 giugno 2024 18:50

CSM

REPORT Plenum 17 Aprile 2024

  Csm   Dal csm 
 martedì, 23 aprile 2024

Print Friendly and PDF

O.d.G. n. 1978 - 17 aprile 2024
COPERTURE POSTI.pdf

 
 

Cari amici e colleghi di seguito sottoponiamo alla vostra cortese attenzione in un sintetico report le pratiche più significative del plenum di mercoledì 17 Aprile
Quinta commissione
Numerose sono state le delibere di conferimento di Uffici Direttivi e Semidirettivi giunte con voto unanime dalla Commissione e confermate in plenum. Specificamente è stato deliberato:
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Procuratore Generale della Corte di Appello di ROMA (vac. 10/11/2022 - dott. Antonio Mura) al dott. Giuseppe AMATO
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di LODI (vac. 20/10/2022 - dott. Domenico Chiaro) alla dott.ssa Laura PEDIO
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Presidente del Tribunale di PISA (vac. 08/01/2023 - dott.ssa Maria Giuliana Civinini) alla dott.ssa Beatrice DANI
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Presidente del Tribunale di AVEZZANO (vac. 31/12/2022 - dott.ssa Zaira Secchi) al dott. Leopoldo SCIARRILLO
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Presidente del Tribunale di PORDENONE (vac. 26/07/2023 - dott. Lanfranco Maria Tenaglia) al dott. Rodolfo PICCIN
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di PISA (vac. 08/03/2023 - dott. Alessandro Crini) alla dott.ssa Teresa Angela CAMELIO
- il conferimento dell'ufficio direttivo di Presidente del Tribunale Minorenni di CAGLIARI (vac. 04/01/2023 - dott. Guido Gian Pietro Pala) alla dott.ssa Michela
CAPONE
- il conferimento dell'ufficio semidirettivo di Presidente di Sezione del Tribunale di VICENZA (vac. 21.12.2022 - settore civile - dott. Gaetano Campo) alla dott.ssa Giovanna SANFRATELLO
- il conferimento dell'ufficio semidirettivo di presidente di sezione del Tribunale di Oristano (vac. 27.06.2023 - settore civile - dott.ssa Carla Altieri) alla dott.ssa Consuelo MIGHELA
- il conferimento dell'ufficio semidirettivo di Procuratore Aggiunto presso la Direzione Nazionale Antimafia (vac. 21/12/2022 - Dott. Giovanni Russo) al dott. Michele PRESTIPINO GIARRITTA
- il conferimento dell'ufficio semidirettivo di Presidente Sezione C.A. BRESCIA (vac. 22/04/2023 - settore penale - dott. Giulio Deantoni) alla dott.ssa Eliana GENOVESE
nonché la conferma nelle funzioni semidirettive del dott. Giuseppe AMATO (Procuratore aggiunto presso il Tribunale di NAPOLI), della dott.ssa Maria Luisa BALZAROTTI (Presidente di Sezione presso il Tribunale di MILANO), del dott. Eugenio PERGOLA (Presidente di Sezione presso il Tribunale di PORDENONE), della dott.ssa Tiziana LONGU (Presidente di Sezione presso il Tribunale di NUORO)
Oltre alle sopra indicate delibere sono state definite due pratiche con proposte contrapposte e precisamente il conferimento dell’ufficio direttivo Presidente Corte di Appello di REGGIO CALABRIA (vac. 28/12/2022 - dott. Luciano Egidio Maria Gerardis) e dell'ufficio direttivo di Presidente del Tribunale di PESARO (vac. 07/07/2022 - dott. Giuseppe Luigi Pietro Fanuli).
Nella prima pratica (Presidente Corte di Appello di REGGIO CALABRIA) è prevalsa con 16 voti la proposta, da noi sostenuta, in favore della dott.ssa Caterina CHIARAVALLOTI (attuale Presidente del Tribunale di Latina) che ha prevalso sulla concorrente Olga TARZIA e precisamente:
● 16 voti per la dott.ssa Caterina Chiaravalloti (Cons. Aimi, Cons. Bertolini, Cons. Bianchini, Pres. Cassano, Cons. Cilenti, Cons. D'Ovidio, Cons. Eccher, Cons. Giuffrè, Cons. Marchianò, Cons. Mazzola, Cons. Natoli, Cons. Nicotra, Cons. Paolini, Pres. Pinelli, Cons.Scaletta)
● 15 voti per la dott.ssa Olga Tarzia (Cons. Abenavoli, Cons. Basilico, Cons. Bisogni, Cons.Carbone E., Cons. Carbone M., Cons. Chiarelli, Cons. Cosentino, Cons. D'Auria, Cons. Fontana, Cons. Forziati, Cons. Laganà, Cons. Miele, Cons. Morello, Cons. Papa, Cons. Romboli)
● 1 astensione (Proc. Salvato)
● 1 assente (Cons. Mirenda)
La pratica era stata licenziata dalla quinta commissione con 3 voti a favore della Chiaravallotti (Mazzola-Bianchini e Mirenda) e 3 voti a favore della tarzia
(Cosentino-Ernesto carbone e D’Auria).
Il plenum si è poi espresso nei termini indicati, secondo le fisiologiche regole di un organo collegiale democraticamente eletto. Così come espressione democratica è stata la scelta del Consigliere Mirenda di allontanarsi dall’aula per sottrarsi al voto La nostra scelta è stata determinata dalla valutazione di una oggettiva e indiscutibile prevalenza di Caterina Chiaravalloti sull’altro concorrente.
E questo sulla base di dati obiettivi: lo svolgimento di due incarichi direttivi, di cui uno in atto, per oltre dieci anni; l’esercizio di funzioni requirenti in territorio calabrese, di funzioni giudicanti in primo e secondo grado sempre in Calabria, ove si è occupata di numerosi processi di criminalità organizzata, ottenendo risultati qualitativi e quantitativi di particolare rilievo e documentati in atti.
Si tratta di esperienze, riconducibili a indicatori specifici di attitudini direttive, che ne determinavano, a nostro parere, la netta prevalenza sull’altra candidata.
In questo contesto vogliamo evidenziare:
- la trasparente e controllabile applicazione delle regole attualmente vigenti del Testo Unico sulla Dirigenza, che, a fronte di due incarichi direttivi esercitati e della conoscenza ed esperienza anche di funzioni di secondo grado, non potevano che condurre alla scelta da noi sostenuta,
- la necessità di un confronto aperto, avvenuto anche in questa occasione, sui profili professionali in concorso che si esprime poi nella votazione, svolta in modo palese e secondo le regole democratiche,
- l’assenza da parte nostra di qualsivoglia riserva mentale o pregiudizio che invece porta taluni, nel caso di soccombenza, ad attribuire al voto altrui significati impropri, - ed infine, la granitica convinzione che la primazia delle regole democratiche non può che indurre rispetto per le libere determinazioni del Vice Presidente. Peraltro, grande preoccupazione desta la critica aspra alla espressione di voto manifestata da quest’ultimo relativamente solo ad alcune pratiche. La narrazione del Vice Presidente che vota sistematicamente per una “parte” risulta falsa e faziosa laddove si consideri il voto espresso anche nelle pratiche di conferimento degli uffici direttivi di Procuratore della Repubblica di Napoli (dott. Gratteri), di Presidente del Tribunale di Milano (dott. Roia), di Avvocato Generale di Corte di Cassazione (dove il Vice Presidente votava la candidata risultata perdente dott.ssa Casella), di presidente della corte d’appello di Napoli, ove il voto è stato espresso per la dott.ssa Covelli, con passaggio diretto da un ufficio di diretta collaborazione del Ministro. Per queste espressioni di voto (l’ultima condivisa anche dai consiglieri Mirenda e Fontana e da tutti i consiglieri di Area, la penultima dalla consigliera Miele, solo per fare un esempio) nessuno si è scandalizzato.
Le voci indignate si sono levate soltanto in occasione dei candidati votati da Magistratura Indipendente. Rifiutiamo fermamente le velate accuse di collateralismo e di attentato alla indipendenza della magistratura, auspicando che il dibattito si svolga su un piano di confronto franco ma leale. E come sempre rifiutiamo fermamente le logiche del sospetto e del complotto che spesso ispirano le valutazioni di chi avrebbe desiderato un altro risultato.
Nella seconda pratica (Presidente del Tribunale di PESARO) è prevalsa con 23 voti la proposta, da noi sostenuta, in favore della dott.ssa Lorena MUSSONI e precisamente:
● 23 voti per la dott.ssa Lorena Mussoni (Cons. Aimi, Cons. Bertolini, Cons. Bianchini, Cons.Bisogni, Cons. Carbone E., Pres. Cassano, Cons. Cilenti, Cons. D'Auria, Cons. D'Ovidio, Cons. Eccher, Cons. Fontana, Cons. Forziati, Cons. Giuffrè, Cons. Marchianò, Cons. Mazzola, Cons. Miele, Cons. Mirenda, Cons. Natoli, Cons. Nicotra, Cons. Paolini, Cons. Romboli, Proc. Salvato, Cons. Scaletta)
● 6 voti per il dott. Roberto Evangelisti (Cons. Abenavoli, Cons. Basilico, Cons. Carbone M., Cons. Chiarelli, Cons. Cosentino, Cons. Morello)
● 1 astensione (Cons. Papa)
E’ prevalsa la proposta da noi sostenuta in commissione in favore della dott.ssa Lorena Mussoni, che pure al pari del dott. Roberto Evangelisti svolge funzioni
semidirettive di primo grado, in quanto, rispetto al candidato concorrente ha inoltre svolto l’incarico di collaborazione in qualità di MAGRIF e può vantare esperienze semidirettive di fatto quale coordinatore dell’ufficio GIP del Tribunale di Rimini e dell’ufficio GIP del Tribunale di Pesaro, oltre a una più prolungata durata dell’esperienza nella giurisdizione e a un maggiore arco temporale di svolgimento dell’incarico di Presidente Vicario del Tribunale di Pesaro (da aprile 2018, rispetto al dott. Evangelisti che ha svolto analoghe funzioni per un anno e mezzo).
Alle pratiche fin qui sottolineate occorre aggiungere:
- la approvazione delle delibere predisposte dalla terza commissione di copertura posti giudicanti di primo grado. Oltre a queste ultime (che si allegano) il
Consiglio ha evaso altresì la pratica (secretata) relativa alla copertura di 11 posti di Giudice del Tribunale di Roma, deliberando il trasferimento dei sottoindicati
magistrati:
• dott. Alessandro CENTO, magistrato ordinario che ha conseguito la VI valutazione di professionalità, attualmente giudice del Tribunale di Imperia;
• dott. Pierandrea VALCHERA, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente collocato fuori ruolo presso il
Ministero della Giustizia, previo richiamo in ruolo;
• dott. Francesco SALERNO, magistrato ordinario che ha conseguito la II valutazione di professionalità, attualmente giudice del Tribunale di Lodi;
• dott. Fabrizio MOLINARI, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di Palermo
• dott. Giuseppe CICCARELLI, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente collocato fuori ruolo presso il Ministero della Giustizia, previo richiamo in ruolo;
• dott.ssa Paola PETTI, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di Civitavecchia;
• dott.ssa Maria Carmela MAGARÒ, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di
Viterbo;
• dott. Gianluca MORABITO, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di Rieti;
• dott.ssa Francesca COCULO, magistrato ordinario che ha conseguito la II valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di Latina;
• dott. Giuseppe BOCCARRATO, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di Velletri;
• dott.ssa Ilaria TARANTINO, magistrato ordinario che ha conseguito la III valutazione di professionalità, attualmente giudice presso il Tribunale di Velletri.

Un cordiale saluto e un augurio di buon lavoro a tutti
Edoardo Cilenti
Paola D’Ovidio
Maria Vittoria Marchianò
Maria Luisa Mazzola
Bernadette Nicotra
Eligio Paolini
Dario Scaletta

Leggi e scarica in formato.pdf

 
 
 
 
 
 

© 2009 - 2024 Associazione Magistratura Indipendente
C.F.: 97076130588
Via Milazzo, 22 - CAP 00165 - Roma, Italia
segreteria@magistraturaindipendente.it

 
 

Magistratura Indipendente utilizza cookies tecnici e di profilazione. Alcuni cookies essenziali potrebbero già essere attivi. Leggi come poter gestire i ns. cookies: Privacy Policy.
Clicca il pulsante per accettare i ns. cookies. Continuando la navigazione del sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies essenziali.