ultimo aggiornamento
giovedì, 11 luglio 2024 19:20

Seminario di formazione sull'Ordinamento giudiziario

 mercoledì, 12 giugno 2024

Print Friendly and PDF

Bologna, 15 e 16 giugno 2024

L'ordinamento giudiziario costituisce una materia fondamentale non solo per i magistrati e per gli operatori del diritto ma per tutti i consociati. Essa, infatti, rappresenta il presupposto necessario affinché ciascun magistrato possa esercitare i compiti che gli sono affidati con imparzialità e indipendenza. Si tratta, pertanto, di regole fondamentali che presidiano il corretto esercizio delle funzioni giudiziarie e garantiscono l'effettiva tutela dello Stato di diritto.
Il quadro delle fonti che governano la materia si presenta molto frastagliato, mancando una disciplina organica.

Tra le fonti primarie vi sono – tra le altre – le norme della Carta costituzionale dedicate alla magistratura, il regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12 sull’ordinamento giudiziario, il regio decreto legislativo 31 maggio 1946, n. 511 sulle guarantigie della magistratura, la l. 24 marzo 1958 n. 195 e suc. mod. sul Csm, la legge-delega 25 luglio 2005 n. 150 e i decreti legislativi di attuazione del 2006 (c.d. riforma Castelli), così come modificati dalla l. 30 luglio 2007 n. 111 (c.d. riforma Mastella), e le modifiche da ultimo introdotte con la l. 17 giugno 2022, n. 71 e le relative deleghe in fase di finalizzazione per la riforma (anche qui parziale) dell'ordinamento giudiziario.

In mancanza di una disciplina organica sull’ordinamento giudiziario, l’organo di governo autonomo della magistratura, in conformità al rilievo costituzionale riconosciutogli, ha fornito un importante contributo “ordinante” della materia attraverso interventi di normazione secondaria che hanno contribuito a ricondurre a sistema disposizioni sparse nei diversi testi normativi tuttora vigenti.
Vanno richiamate, in particolare, le delibere che hanno visto progressivamente riscrivere e sistematizzare settori fondamentali attribuiti alla competenza consiliare, tra cui le norme in tema di trasferimenti, di conferimento degli incarichi dirigenziali, il regolamento interno, la circolare sulle tabelle e sull’organizzazione degli uffici di procura, la circolare in materia di supplenze, assegnazioni, applicazioni e magistrati distrettuali per assicurare il regolare svolgimento della funzione giurisdizionale in presenza di difficoltà organizzative, il codice dell'organizzazione giudiziaria e la circolare in materia di “accertamento delle condizioni per la riabilitazione e procedimento di riabilitazione”.
Il seminario intende approfondire gli snodi fondamentali della materia dell'ordinamento giudiziario e analizzare le principali prassi applicative attraverso il confronto con i componenti del Consiglio superiore della magistratura, i magistrati addetti alla struttura e i componenti del comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura.

 
 

Bologna, 15 e 16 giugno 2024
The Sydney Hotel - Via Michelino, 73

 

Programma
Sabato 15 giugno 2024

Ore 14.30 - Introduzione dei lavori
Loredana Miccichè, Presidente Magistratura Indipendente e Claudio Galoppi, Segretario Generale di Magistratura Indipendente

Sessione I
Le valutazioni di professionalità e la disciplina delle incompatibilità

Ore 15:00 - Le valutazioni di professionalità
Bernadette Nicotra, Componente del Consiglio superiore della magistratura e Edoardo Cilenti, Componente del Consiglio superiore della magistratura
Ore 16:00 - Question time a cura dei magistrati addetti alla Segreteria e all'Ufficio studi del Consiglio superiore della magistratura
Ore 16:30 - La disciplina delle incompatibilità
Eligio Paolini, Componente del Consiglio superiore della magistratura
Ore 17:00 - Question time a cura dei magistrati addetti alla Segreteria e all'Ufficio studi del Consiglio superiore della magistratura
Ore 17:30 - Pausa

Sessione II
Il sistema tabellare

Ore 18:00 - Il sistema tabellare degli uffici giudicanti e requirenti
Ne discutono:

Maria Vittoria Marchianò, Componente del Consiglio superiore della magistratura
Dario Scaletta, Componente del Consiglio superiore della magistratura
Eligio Paolini, Componente del Consiglio superiore della magistratura

Ore 19:00 - Question time a cura dei magistrati addetti alla Segreteria e all'Ufficio studi del Consiglio superiore della magistratura
Ore 19.30 - Fine della sessione

 

Domenica 16 giugno 2024

Sessione III
Gli incarichi direttivi e semidirettivi

Ore 9:00 - Il conferimento degli incarichi direttivi e semidirettivi: le valutazioni dei Consigli giudiziari e del CSM
Maria Luisa Mazzola, Componente del Consiglio superiore della magistratura

Ore 9:30 - Question time a cura dei magistrati addetti alla Segreteria e all'Ufficio studi del Consiglio superiore della magistratura


Sessione IV
Il sistema disciplinare e la riabilitazione. Gli incarichi extragiudiziari

Ore 10:00 - Il sistema disciplinare e la riabilitazione

Paola D'Ovidio, Componente del Consiglio superiore della magistratura e Bernadette Nicotra, Componente del Consiglio superiore della magistratura

Ore 10:45 - Question time a cura dei magistrati addetti alla Segreteria e all'Ufficio studi del Consiglio superiore della magistratura

Ore 11:15 - Pausa

Ore 11:30 - La disciplina degli incarichi extragiudiziari

Eligio Paolini, Componente del Consiglio superiore della magistratura

Sessione V

La formazione dei magistrati

Ore 12:00 - L'organizzazione della formazione professionale dei magistrati: Scuola superiore della magistratura, Strutture di formazione decentrata e Consigli giudiziari

Ne discutono:
Roberto Peroni Ranchet, Componente del Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura
Loredana Nazzicone, Componente del Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura
Gianluca Grasso, Consigliere della Corte di cassazione

Ore 13:00 - Chiusura lavori

SCARICA IL PROGRAMMA IN FORMATO .PDF

 

 

 
 
 
 
 
 

© 2009 - 2024 Associazione Magistratura Indipendente
C.F.: 97076130588
Via Milazzo, 22 - CAP 00165 - Roma, Italia
segreteria@magistraturaindipendente.it

 
 

Magistratura Indipendente utilizza cookies tecnici e di profilazione. Alcuni cookies essenziali potrebbero già essere attivi. Leggi come poter gestire i ns. cookies: Privacy Policy.
Clicca il pulsante per accettare i ns. cookies. Continuando la navigazione del sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies essenziali.